5 cose da non perdere a Napoli

 

CINQUE COSE DA NON PERDERE A NAPOLI:

Napoli è la mia città. Città che amo in tutte le sue sfaccettature. Potrei parlarne per ore ed ore, ma questo post lo voglio dedicare ad una top five dei miei posti preferiti di Napoli e quelli che, a parer mio, sono i più affascinanti. 

1. Napoli Sotterraneaho perso il conto delle volte l’ho visitata. Si trova nei Tribunali, precisamente in Piazza San Gaetano. E’ un luogo davvero suggestivo che permette di capire ciò che realmente il popolo napoletano negli anni addietro ha vissuto. Infatti si passa dai resti dell’antico acquedotto greco-romano ai rifugi della Seconda Guerra Mondiale, fino ad una vera e propria serra sotterranea. Il tutto ad un modico prezzo di circa 9 euro, mentre studenti e insegnanti pagano 8 euro, bambini 6 euro dai 6 ai 10 anni, gratis sotto i 5 anni.       ( ulteriori informazioni)

Schermata 2016-08-26 alle 08.39.41.png

2.Cimitero delle Fontanelle: in Via Fontanelle 80 si trova un luogo che, ahimè, mi era sconosciuto fino a qualche anno fa. Oltretutto l’ingresso al sito è gratuito ma consiglio di pagare una guida per goderne appieno. Nel 1654 fu dato ordine di riaprire la cava delle Fontanelle e furono stipati 250.000 salme. A seguito della pestilenza, seguirono altre carestie, terremoti, tre rivolte popolari, eruzioni del Vesuvio e il cimitero delle Fontanelle continuò ad essere utilizzato. Non vi anticipo nulla…   (sito ufficiale)

Schermata 2016-08-26 alle 08.40.20.png

3.Il Cristo Velato: brividi, brividi, brividi. Vorrei poter non commentare quest’opera..e infatti non lo farò. Vi dico solo andatela a vedere, riesce ad emozionare proprio tutti. Il biglietto ordinario costa 7 euro, poi sono previsti svariati sconti. Il Cristo Velato si trova all’interno della Cappella di San Severo, in Via Francesco De Sanctis, 19/21. ANDATE! Solo 7 euro! (ulteriori informazioni)

Schermata 2016-08-26 alle 08.40.50.png

4.Galleria Borbonica:  Un percorso molto suggestivo, anche qui come Napoli Sotterranea si riesce a percepire il passato. Questo percorso fu costruito nel 1853  per ordine del Re Ferdinando II. Il tunnel doveva collegare il Largo di Palazzo (l’attuale Piazza del Plebiscito) con la zona del porto attraverso il Monte Echia, per consentire in caso di necessità, alle truppe di difendersi e al sovrano di fuggire e raggiungere il mare.  Il biglietto costa 10 euro. Possono accedere tutti, anche ai disabili in carrozzella, per il 50% del percorso, entrando da via Domenico Morelli. E’ presente anche un’altro ingresso in Vico del Grottone 4,   (sito ufficiale galleria borbonica)

Schermata 2016-08-26 alle 08.41.23.png

 

5.Castel Sant’Elmo (2in1): Castel Sant’Elmo 2in1 perchè si può visitare un sito culturale davvero speciale e  in più godere della famosa vista sul golfo di Napoli. Vista che a me toglie il fiato ogni volta. Inoltre il prezzo è davvero basso, solo 5 euro il biglietto intero. Luogo dove si sono svolti infiniti eventi, fu aperto nel 1989 per la Mostra dell’Antiquariato, poi ha ospitato quella dedicata alla Aeropittura (1989), cui sono seguite moltissime altre esposizioni, come All’ombra del Vesuvio, Luca Giordano, Gauguin e la Bretagna fino al Comicon.     ((biglietti, orari, informazioni))

Schermata 2016-08-26 alle 08.42.49.png

Leave a Reply